Logo Cronache Maceratesi

«Danni e sporcizia:
12 sae consegnate, nessuna abitabile»
La denuncia di Pazzaglini

VISSO - Il sindaco sulle casette realizzate nell'area di Borgo San Giovanni: «Spero che qualcuno paghi per questo, non mi fiderò più del consorzio Arcale». LE FOTO
12 commenti
del 25/12/2017, ore 16:50
... letture

L’area sae a Borgo San Giovanni

 

Perdite dai sanitari, caldaie rotte, danni alle pareti. Dodici casette consegnate, nessuna abitabile. Succede a Visso e la denuncia arriva direttamente dal sindaco Giuliano Pazzaglini. La consegna proprio ieri, nell’area sae di Borgo San Giovanni.

Giuliano Pazzaglini

«Si dice che a Natale bisognerebbe essere più buoni ma non ce la faccio proprio – esordisce il primo cittadino – 12 sae consegnate ieri e nessuna abitabile. Posso accettare che su una ci sia un problema, potrei anche capire se succedesse su due. Ma consegnarle in quelle condizioni, sporche, con danni alle pareti, con perdite da lavandini, sanitari o impianti di riscaldamento non è accettabile. Oggi la caldaia dell’unica che avrebbe potuto essere abitata (pulita dall’assegnataria) ha avuto una perdita che la renderà inutilizzabile. È un caso? Può darsi, quando però su cinque persone presenti in cantiere nessuno riesce a rispondere ad una semplice domanda “dov’è il geometra?” Perché nessuno parla italiano un dubbio mi viene. Mi sento mortificato, chiedo scusa agli assegnatari, mi era stato garantito che sarebbe stato tutto pronto per la consegna e mi sono fidato, anche perché avevo dovuto risolvere personalmente molti problemi». Dopo le scuse ai suoi concittadini, il sindaco però passa all’attacco. E nel mirino finisce il consorzio Arcale, che ha realizzato le sae. «Non sarà un pensiero natalizio – continua Pazzaglini – ma spero proprio che qualcuno paghi per questo. Non voglio aggiungere altro, mi verrebbe voglia di affrancarmi da questo e non procedere più nemmeno con le assegnazioni (ci mettessero loro la faccia), ma sarebbe un danno per i miei concittadini quindi ingoglierò anche questo rospo e andrò avanti. Chiaramente non mi fiderò più del consorzio Arcale, prima lo facevo poco, ora non lo farò più per niente, quindi prima di consegnare chiederò all’Ufficio tecnico di controllare il funzionamento di tutto. Non sarebbe una nostra competenza, credo che nemmeno potremmo chiederlo ma non mi importa, lo faremo lo stesso».

(redazione CM)

«Qui non è un buon Natale»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

  1. Roberto Chiavari 2017-12-25 | 16:33:33

    Giusto qualche giorno fa un paio di politicanti venuti in visita dalla capitale (per le foto…credo e lasciando la coscienza altrove) e funzionari vari che erano a “lavoro” hanno detto che è stata ottima la risposta dello stato (volutamente in minuscolo perché non è più rappresentativo di niente e nessuno) alle calamità naturali che hanno colpito il territorio del centro Italia (qui è maiuscolo perché la Nazione ha un valore ben più alto).

  2. Fabio Coppari 2017-12-25 | 16:40:32

    Una vergogna ……tanto al solito non ci sarà nessun responsabile e a rimetterci saranno sempre i soliti 🙁

  3. Primetta Ceselli 2017-12-25 | 17:09:00

    Ma chi controlla lavori??? Chi paga i danni?? Sempre “” “pantalone” “” “non è un ora di responsabilizzarsi un po’??

  4. Cristina Vellante 2017-12-25 | 17:09:49

    Pazzaglini sei tutti noi vai avanti così non temere ritorsioni il popolo è con te

  5. Andrea Alessandro Carestia 2017-12-25 | 17:49:51

    Dov’è ora Gentiloni?Solo per inaugurare la fabbrica di Tod’s ci mette la faccia.Questo consorzio ha vinto con una gara pubblica al ribasso?Chi doveva vigilare sui tempi di consegna e sullo stato dei lavori?

  6. Enrico Di Rosa 2017-12-25 | 18:03:52

    Voglio aggiungere una cosa, considerato che sono in una SAE pure io: Arcale va portata in giudizio per danno erariale e danni morali…..mi meraviglio come mai tutti i comitati sorti non fanno nulla….poi ci sta una cosa Sindaco Pazzaglini: quando consegnate le SAE ci fate firmare e ci sono le dichiarazioni di conformità, sia degli impiante che per la corretta esecuzione dalla SAE….voi dei comuni. Sindaco ufficio tecnico assessore alla protezione civile siete mai andati a controllare che tutto sia a posto prima di consegnare? Oppure siete dei meri esecutori di disposizioni date dall’alto tipo…si deve consegnare per….e come sono sono….accettate pure le cerimonie…salvo poi scrivere che il tutto è osceno……Andate a vedere nei cantieri prima di fare le consegne….e cercate chi parla Italiano…..sono in pochissimi ma se ci si mette impegno si riesce a trovare qualcuno…avete anche i numeri di telefono dei referenti….

  7. Nicola Mincio 2017-12-25 | 19:27:52

    ma perché non verificare prima di tutto le competenze professionali delle aziende e dei progettisti che si aggiudicano gli appalti. Entrare nei loro laboratori, verificare lavori simili fatti da queste società…. opsss spesso queste società nascono qualche mese prima di aggiudicarsi gli appalti.

  8. Roberto Brioschi 2017-12-25 | 20:00:12

    w l’italia … !

  9. Alan Branchesi 2017-12-25 | 23:05:20

    Uno schifo

  10. Isidoro Scognamiglio 2017-12-26 | 09:14:33

    Non c’è da meravigliarsi mica lo fanno per case popolari perché Non dovrebbero farlo per casette , interi edifici abbandonati a se stesi al incuria delle persone, e anche vero che c’e tanta strafotenza di chi dovrebbe controllare, reclami ne può fare a rumore non serve a nulla anzi ti fanno capire che sei pure un rompi cogl….. tanto la gestione della situazione delle Sae e sempre la stessa mano ….. che vergogna.

  11. Guerrino Marinozzi 2017-12-26 | 14:11:13

    ma i lavori non dovevano essere affidati a ditte assolutamente certificate con appalti e subappalti assolutamente sotto controllo…. ma tanto in italia questo siamo e questo rimarremo!

  12. Piergiovanni Castellucci 2017-12-26 | 14:27:28

    Ancora complimenti al sindaco Pazzaglini ed a pochi altri che hanno il coraggio di essere controcorrente difendendo i propri concittadini dalla politica inefficiente e dalle fake news del tg1 con interviste addomesticate.


Commenta

Se non sei ancora registrato, puoi farlo qui


Gli articoli più letti

  1. 13 Gen - Tragico incidente nella notte:
    muore giovane mamma
  2. 13 Gen - Auto precipita in un dirupo,
    soccorsa una donna
  3. 17 Gen - Autovelox in superstrada
    «nascosto come in un agguato»
    (Video)
  4. 14 Gen - Pitbull senza museruola in centro:
    ne fa le spese una gattina
  5. 10 Gen - L’Indignato di Bonolis
    è Antonio Lo Cascio
  6. 18 Gen - Assalto al distributore con un tir,
    fuggono con 6mila euro
  7. 9 Gen - Tornano le montagne sulle Marche,
    la Regione diffonde un secondo spot
  8. 10 Gen - Auto esce di strada,
    morto il conducente
  9. 14 Gen - Viaggio nella zona rossa, l’appello dei dj:
    «Credevamo di essere in un video game»
  10. 12 Gen - Scontro tra due auto,
    interviene l’eliambulanza
  11. 9 Gen - Blitz nel casolare della marijuana:
    sequestrate 500 piante
    Arrestato il custode (VIDEO)
  12. 16 Gen - Furbetto del cartellino in ospedale,
    scoperto e denunciato
  13. 10 Gen - Party in piscina alla Filarmonica,
    cinque indagati
    C’è anche Dj Fargetta
  14. 14 Gen - Investito in via Dei Velini:
    muore dopo due mesi di agonia
  15. 9 Gen - Toro fugge dalla stalla,
    impossibile fermarlo: abbattuto (Foto)
  16. 16 Gen - Schianto in galleria,
    62enne di Camerino
    ricoverata a Torrette
  17. 9 Gen - Attraversa la strada,
    travolto da un’auto
  18. 14 Gen - Muore a 60 anni,
    addio a Gianfranco Monzoni
  19. 11 Gen - Monte Prata, danni enormi
    per la chiusura degli impianti sciistici
    (FOTO E VIDEO)
  20. 12 Gen - Giallo in casa,
    ragazza ferita alla gola

Pubblicità