Logo Cronache Maceratesi

Consegna Sae a Caldarola,
sfollati entrano a denti stretti:
«Sfidiamo un politico a vivere qui»

SISMA - Sono 41 le casette inaugurate nell'area di fronte agli impianti sportivi, come aveva denunciato il Comune ieri sono tutt'altro che pronte: sporcizia, prese dell'elettricità che non vanno, elettrodomestici assenti. Ma per chi da un anno e mezzo vive in albergo l'importante è varcare quelle soglie, nonostante tutto. Istituzioni non pervenute, alla cerimonia non erano state invitate. Il sindaco Giuseppetti: «Se qualcosa non va siamo qui. Questo è comunque un giorno positivo perché almeno 100 persone tornano e io posso riabbracciarle»
16 commenti
del 27/12/2017, ore 13:40
... letture

 

 

da Caldarola Federica Nardi

«Sfido un parlamentare a vivere qui. Ma va bene lo stesso». Enrico Palmioli è appena entrato nella sua nuova casetta a Caldarola. Una delle 41 consegnate oggi nell’area di fronte agli impianti sportivi. Indica i chiodi che sporgono dai battiscopa montati male. «Per terra è sporco, non c’è problema – aggiunge – puliremo noi. Io dico solo che con tutti i soldi spesi le cose vanno fatte bene». In altre Sae manca il frigo, i copri prese, alcuni scarichi non vanno. I tecnici di Arcale (il consorzio che ha vinto l’appalto della Protezione civile per realizzare le casette), sistemano una a una tutte le situazioni. Ci vorrà tempo ma dopo oltre un anno fuori casa per chi entra l’importante è varcare quella soglia, chiave in mano. «Manca il frigo ma noi entriamo comunque – dicono Enrico Giuseppetti e Angela Pelati – è un anno e mezzo che stiamo fuori in albergo». Il sindaco Luca Maria Giuseppetti placa i toni rispetto alla denuncia di ieri, quando il sopralluogo del Comune ha rivelato che l’area era tutt’altro che pronta per essere consegnata (leggi l’articolo). «Questo è l’ostacolo più grande – ha detto Giuseppetti – ma ce la faremo perché siamo una comunità unita. Se qualcosa non va siamo qui. Questo è comunque un giorno positivo perché almeno 100 persone tornano e io posso riabbracciarle».

 

Accanto all’area consegnata i lavori sono in corso per un’altra sessantina di casette. Consegna prevista per questi lotti, due in tutto, tra metà gennaio e febbraio. Dopo la benedizione e la consegna delle chiavi c’è fastidio per le cose che non vanno, per i lavori da finire, ma tra i bambini che scorrazzano lungo il viale e le famiglie che ritrovano, dopo l’esodo sulla costa, di nuovo il vicino di casa, l’aria è comunque di festa. Nessun rappresentante delle istituzioni presente, per volontà del sindaco che ha voluto evitare passerelle. L’area doveva essere consegnata a metà ottobre e arriva quindi con grande ritardo. A chiamare anche stamattina, dice il sindaco, è stata il commissario alla Ricostruzione Paola De Micheli per chiedere conto della situazione dopo la denuncia a tre voci di ieri. Problemi sulle aree consegnate ci sono stati infatti anche a Visso (leggi l’articolo) e Sarnano (leggi l’articolo). Oggi anche il sindaco di Castelsantangelo Mauro Falcucci ha annunciato che nelle condizioni in cui versa l’area Sae di Nocria non consegnerà le casette (leggi l’articolo).

 

 

 

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

  1. Maurizio Marasca 2017-12-27 | 12:49:38

    Casette che non valgono il prezzo pagato…..indagare…

  2. Fabio Coppari 2017-12-27 | 13:17:07

    Le solite cose fatte a casso ………….un pò di vergogna noooo 🙁

  3. Michela Frapiselli 2017-12-27 | 13:39:03

    E lo stato magnà

  4. Francesco Schiavoni 2017-12-27 | 13:51:43

    Tutti soldi ingurgitati dal clientelismo della politica. E non ne vedo la via d’uscita, sapete perché? Perché se ognuno di noi pubblichiamo la foto di 2 cuccioli di cane facciamo 150 like, se condividiamo un articolo che denuncia questa vergogna ne faccio ZERO. È un metodo del cavolo ma è così. Provare per credere.

  5. Andrea Galassi 2017-12-27 | 13:53:50

    Ma chi doveva controllare dove sono stati fino ad ora come sempre a prendere soldi senza neanche muoversi dalla scrivania che occupano

  6. Tonino Caporicci 2017-12-27 | 14:14:16

    1.800 euro al metro quadro?

  7. Anna Fraticelli 2017-12-27 | 14:20:57

    Certo se le fanno andare bene anche così,poretti so sfiniti.Invece oggi i taglianastri e i romani andavano proprio invitati e fotografati con lo sfondo di tutte le cose che non vanno bene all’interno.

  8. Arianna Antinori Petrini 2017-12-27 | 14:23:09

    Fortuna che avevano da ridire delle sistemazioni aquilane …..

  9. Giovanni Zedda 2017-12-27 | 14:27:42

    oltre ad avere i denti stretti dal freddo.. mo li hanno anche entrando nelle casette….scarsa programmazione, menefreghismo, improvvisazione….continuiamo a sostenere questa classe politica , che non ne azzecca una… neanche in emergenza

  10. Pino Luzi 2017-12-27 | 15:02:53

    Certo che in albergo si stava meglio , ….non saranno il top , ma almeno non e’ una tenda o una roulotte , io penso che con un po’ di collaborazione , e un po’ di, fai da te , e voglia di fare , le cose andranno meglio ….

  11. Luciana Silveri 2017-12-27 | 16:20:54

    Per carità quelle casette saranno belle ma sono adatte ad un camping al mare
    Non in montagna con la neve e il ghiaccio.

  12. Roberto Piermattei 2017-12-27 | 17:31:31

    Ma cosa si puo’ pretendere da queste manovalanze !!! il consorzio ha assunto operai che non sanno nemmeno come si trattano i materiali !! , sanno fare poco , sono tutti stranieri che non parlano nemmeno la nostra lingua ed ecco i risultati . Ma i capi cantieri dove sono ? chi rilascia le certificazioni per l’abitabilita’ e’ qualificato o pagato per non vedere !!!

  13. Guerrino Marinozzi 2017-12-27 | 21:21:39

    bravo robè

  14. France Feri 2017-12-27 | 21:43:58

    Poveri cristi.

  15. Alessandro Capparucci 2017-12-27 | 22:10:31

    Vi dovete vergognare!!!! Giocate sulla disperazione della gente, sull’essere sfiniti dalla lontananza dalla propria terra, dalle loro abitudini, dalle loro tradizioni…consegnando questi moduli abitativi come se fosse una cortesia, con una presupponenza ed altezzosità che fa vomitare, con un modo che dice “ora le avete, vi abbiamo dato il contentino ed ora levatevi dalle scatole!” Dove sta Del Rio, ministro delle infrastrutture che spende energie per lo ius soli, quando i suoi compiti sono diversi?!

  16. Claudio Fabbrizio 2017-12-29 | 13:55:33

    Se il 4 marzo 2018 i cittadini delle zone terremotate voteranno ancora tutti coloro i quali hanno governato da settant’anni a questa parte o peggio ancora NON andranno a votare, allora significa che stanno bene come stanno ed è giusto che vivano situazioni intolleranti per un Paese civile che vuol partecipare al Monopoli/Europa! Quanto descritto nell’articolo ovviamente è colpa della popolazione, non è con ironia che lo dico, ma convintamente avendo NOI TUTTI la sola arma del VOTO.


Commenta

Se non sei ancora registrato, puoi farlo qui


Gli articoli più letti

  1. 13 Gen - Tragico incidente nella notte:
    muore giovane mamma
  2. 13 Gen - Auto precipita in un dirupo,
    soccorsa una donna
  3. 17 Gen - Autovelox in superstrada
    «nascosto come in un agguato»
    (Video)
  4. 14 Gen - Pitbull senza museruola in centro:
    ne fa le spese una gattina
  5. 10 Gen - L’Indignato di Bonolis
    è Antonio Lo Cascio
  6. 18 Gen - Assalto al distributore con un tir,
    fuggono con 6mila euro
  7. 9 Gen - Tornano le montagne sulle Marche,
    la Regione diffonde un secondo spot
  8. 10 Gen - Auto esce di strada,
    morto il conducente
  9. 14 Gen - Viaggio nella zona rossa, l’appello dei dj:
    «Credevamo di essere in un video game»
  10. 12 Gen - Scontro tra due auto,
    interviene l’eliambulanza
  11. 9 Gen - Blitz nel casolare della marijuana:
    sequestrate 500 piante
    Arrestato il custode (VIDEO)
  12. 16 Gen - Furbetto del cartellino in ospedale,
    scoperto e denunciato
  13. 10 Gen - Party in piscina alla Filarmonica,
    cinque indagati
    C’è anche Dj Fargetta
  14. 14 Gen - Investito in via Dei Velini:
    muore dopo due mesi di agonia
  15. 9 Gen - Toro fugge dalla stalla,
    impossibile fermarlo: abbattuto (Foto)
  16. 16 Gen - Schianto in galleria,
    62enne di Camerino
    ricoverata a Torrette
  17. 9 Gen - Attraversa la strada,
    travolto da un’auto
  18. 14 Gen - Muore a 60 anni,
    addio a Gianfranco Monzoni
  19. 11 Gen - Monte Prata, danni enormi
    per la chiusura degli impianti sciistici
    (FOTO E VIDEO)
  20. 12 Gen - Giallo in casa,
    ragazza ferita alla gola

Pubblicità